L’ORÉAL TRA I PRIMI 10 NELL’INDICE THOMSON REUTERS DIVERSITY & INCLUSION

News L’ORÉAL TRA I PRIMI 10 NELL’INDICE THOMSON REUTERS DIVERSITY & INCLUSION

Clichy, 6 settembre 2018 – Per il terzo anno consecutivo, L’Oréal è stata classificata tra le prime aziende al mondo da Thomson Reuters, che valuta 7.000 organizzazioni internazionali sulla base di specifiche metriche di Diversità e Inclusione. Nel 2018, Thomson Reuters assegna a L’Oréal l’8̊ posto ex-aequo con Natura, in una lista che annovera top player come Accenture e Novartis, valutati per 4 categorie di criteri.

L’Indice misura la performance aziendale prendendo in considerazione 24 elementi di Diversity & Inclusion, per quattro aree chiave: Diversity, People Development, Inclusion e News Controversies.

Solo le aziende che riescono a ottenere una votazione positiva in tutti e quattro gli ambiti ricevono un punteggio complessivo.

L’indice Thomson Reuters Index valuta la diversità di genere e culturale nel management, nei consigli di Amministrazione, nei processi e negli obiettivi di diversity. Ampiamente riconosciuta come leader globale nella parità di genere, L’Oréal promuove parità di trattamento e retribuzione in tutta l’azienda.

Per quanto riguarda l’ Inclusione, il Gruppo assicura che le persone con disabilità vengano accolte e valorizzate attraverso una policy volontaria che copre le aree di accessibilità, sourcing, recruitment e training oltre che seminari di sensibilizzazione. Inoltre, per incoraggiare sempre di più l’inclusione sul posto di lavoro e assicurare lo sviluppo dei suoi Dipendenti, L’Oréal sta valutando come i suoi manager facciano tesoro degli elementi di Diversity e Inclusion.

L’approccio proattivo alla diversity fa parte della policy di L’Oréal per il rispetto dei Diritti Umani, pubblicata nel 2017.

Più articoli

Loading